Come sarà la vita dopo la morte?

Come sarà la vita dopo la morte? Una domanda a cui tanti cercano risposta. Ha provato a parlarne, sulle colonne di Toscana Oggi, don Gianni Cioli, docente di Teologia morale alla Facoltà teologica dell’Italia Centrale. La sua visione richiama le parole di Gesù stesso ai sadducei, in Lc 20,27-40, in cui di distingue nettamente la vita terrena da quella nel Regno dei Cieli: «I figli di questo mondo prendono moglie e prendono marito; ma quelli che sono giudicati degni della vita futura e della risurrezione dai morti, non prendono né moglie né marito: infatti non possono più morire, perché sono uguali agli angeli e, poiché sono figli della risurrezione, sono figli di Dio. Che poi i morti risorgano, lo ha indicato anche Mosè a proposito del roveto, quando dice: Il Signore è il Dio di Abramo, Dio di Isacco e Dio di Giacobbe. Dio non è dei morti, ma dei viventi; perché tutti vivono per lui».

 


La TV di Preghiamo

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *